Verde urbano, alberi da proteggere

Home / Attività / Verde urbano, alberi da proteggere

La capitozzatura sistematica degli alberi e’ una cattiva tradizione dei paesi latini

Purtroppo in Italia le amministrazioni comunali hanno la cattiva abitudine di potare drasticamente gli alberi cittadini (e non solo) per motivi molto discutibili. Spesso le potature vengono effettuate da semplici operai senza la supervisione diretta di tecnici specializzati, arboricoltori o botanici.

20150612_184111Le alberature stradali hanno un ruolo molto importante per le città, oltre al motivo per cui sono stati piantati (ossigeno, ornamento, ombra e refrigerio) fungono da sito di nidificazione e da “corridoio ecologico” per gli uccelli (cioè un’area di un habitat che connette tra loro delle popolazioni biologiche separate da barriere conseguenti dall’attività umana come strade, palazzi, ecc).

In tutte le città europee, sia nord-occidentali sia orientali, la gestione concreta del verde è completamente diversa. Gli alberi sono considerati una risorsa, un bene prezioso da incrementare e tutelare. Gli interventi sulle piante sono eccezionali, selettivi, rispettosi dei loro cicli biologici. Controlli periodici e accurati assicurano l’incolumità dei cittadini.

Gli alberi cittadini offrono nutrizione e riparo indispensabili per la sosta di numerose specie di uccelli migratori e stanziali, principalmente passeriformi. Circa 190 specie di uccelli vivono nelle città grazie alla presenza degli alberi. I ficus, ad esempio, sono usati come dormitorio notturno di molti passeri e storni, mentre capinere, merli e colombacci vi nidificano e si cibano delle loro bacche.

Lo scempio che il Comune di Palermo ha fatto in questi anni per la costruzione della linea tramviaria e delle fermate della metro, è inimmaginabile. Un esempio di corridoio ecologico a Palermo poteva essere considerato l’alberatura stradale dei ficus di via Leonardo Da Vinci, che connetteva i monti della Conca D’Oro con la città. Adesso, al posto dei ficus, ci sono i piloni del tram.

La distruzione dei nidi e il danneggiamento delle uova o dei piccoli sono tassativamente vietati secondo la legge nazionale n.157/92, la legge regionale 33/97 e s.m.i., e l’articolo 635 del Codice Penale, che stabiliscono che queste azioni costituiscono reato. Il taglio e la potatura effettuati in periodo di nidificazione, inevitabilmente comportano la distruzione dei nidi o azioni di disturbo che causano l’abbandono degli stessi da parte degli uccelli.

20151004_112056Le funzioni delle alberature cittadine:

  1. habitat e cibo per gli animali selvatici
  2. biodiversità
  3. riduzione effetto bolla di calore
  4. corridoi ecologici
  5. contatto con la natura
  6. mitigazione climatica

Gestione errata del verde urbano (citta’ italiane):

  • presenza di molti alberi e aree verdi
  • chiome lasciate libere di svilupparsi
  • interventi solo su alberi e rami che ne hanno bisogno

Gestione corretta del verde urbano (citta’ europee):

  • numerosi abbattimenti per scelte urbanistiche
  • chiome potate drasticamente = l’albero perde le funzioni ecologiche e paesaggistiche
  • interventi condotti sistematicamente su interi filari
  • Cosa fa la Lipu di Palermo

Abbiamo inviato alle amministrazioni comunali di Palermo e di altri Comuni delle lettere di diffida per fermare il continuo taglio delle alberature in pieno periodo di nidificazione degli uccelli. Contestualmente abbiamo inviato a giornali e agenzie dei comunicati stampa per denunciare questi atti barbari.

Inoltre, assieme a molte altre associazioni ambientaliste e civiche, abbiamo organizzato nell’estate 2015 un sit-in di protesta per bloccare i lavori di taglio dei ficus a Piazza Castelnuovo.

La Lipu nazionale, inoltre, ha redatto un opuscolo ed un documento sul verde urbano dove viene descritto in maniera più dettagliata i metodi corretti della gestione del verde urbano. A chi ne volesse una copia, ci può contattare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.